Vai al contenuto

Per coloro che desiderano negare il consenso a specifici articoli può SCARICARE la versione atta allo scopo aggiornata al 24/03/2024

Esposizione dei contenuti che ogni iscritto all’Ente del Terzo Settore per la tutela dei diritti umani ‘ARTICOLO36 E.T.S.’
si impegna inderogabilmente a sostenere e rispettare, al fine di esprimere la comunione di intenti
con il nostro imperativo etico ed obiettivo primario assoluto: garantire un’esistenza libera e dignitosa

1. ARTICOLO36 è aperto a chiunque abbia consapevolezza del proprio status biologico/naturale di entità vivente nella veste di essere umano, prioritario e antecedente a qualsivoglia istituto/costrutto/artefatto giuridico;

2. ARTICOLO36 afferma che l’entità vivente – nella sua innominabile essenza interiore e biologica – viene sempre prima dello Stato, e che lo Stato debba essere sempre al servizio dell’entità vivente;

3. ARTICOLO36 invita ogni singolo associato al massimo rispetto di qualsivoglia ordinamento giuridico di qualsivoglia istituto/apparato statale nazionale o internazionale, purché gli stessi ordinamenti giuridici siano funzionali alla tutela di un’esistenza libera e dignitosa, e rispettosi di una convivenza sociale basata su una inderogabile disposizione morale di Pace e Giustizia;

4. ARTICOLO36 riconosce, esclusivamente ad ogni singolo suo associato, la possibilità di esprimere in piena consapevolezza il proprio inviolabile libero arbitrio per essere ufficialmente riconosciuto – solo se specificatamente richiesto – nello status di entità vivente pregiuridica/pre-statale nella veste di essere umano;

5. ARTICOLO36 agisce al fine di tutelare l’entità vivente a difesa dei suoi bisogni naturali, primari, prioritari, fondamentali, inviolabili e inalienabili – espressi dal suo Imperativo Etico – quali libertà e sussistenza dignitosa;

6. ARTICOLO36 afferma che l’onorabilità è condizione individuale imprescindibile richiesta ad ogni associato per rimanere all’interno dell’ARTICOLO36;

7. ARTICOLO36 considera richieste di affiliazione assolutamente indesiderate da parte di chiunque si faccia promotore, sostenitore e portavoce di azioni palesemente in contrasto con l’Imperativo Etico promosso da ARTICOLO36 e con gli articoli espressi da questo stesso Regolamento Interno;

8. ARTICOLO36 ripudia qualsivoglia intervento militare che non sia assolutamente limitato a difesa e tutela della libertà e totale autodeterminazione delle plurime identità etnico-culturali presenti sull’intero pianeta;

9. ARTICOLO36 si dichiara contrario alle intollerabili intromissioni, da parte di chiunque, nell’inviolabilità della vita privata;

10. ARTICOLO36 si dichiara contrario a qualsivoglia strumento giuridico che tenda ad una chiara volontà di controllo e coercizione per la riduzione e/o annullamento delle libertà individuali, così come il caso palesemente rappresentato dall’obbligo del green pass vaccinale e/o qualsivoglia altro suo similare surrogato;

11. ARTICOLO36 si dichiara contrario all’obbligo vaccinale e a qualsivoglia altra forma di cura pseudo medico/scientifica, anche se ‘ufficialmente’ riconosciuta, a discapito della libertà di scelta individuale per la salute del proprio corpo fisico;

12. ARTICOLO36 rispetta gli orientamenti sessuali limitatamente all’etero/omo sessualità, contro qualsivoglia abuso/violenza/ricatto/costrizione, affermando categoricamente il rispetto del reciproco libero consenso;

13. ARTICOLO36 non presta consenso alla cultura tendente alla legittimazione della pedofilia ed alla legittimazionedelle mutazioni di genere transgender;

14. ARTICOLO36 si dichiara favorevole alla sovranità monetaria di cui ogni singola realtà territoriale ben definita può liberamente avvalersi, anche all’interno di uno stesso organismo nazionale;

15. ARTICOLO36 si dichiara contrario alla moneta a debito con usura – ovvero interesse legalizzato – creata dalle attuali banche private centrali (BCE e FED in primis) senza collaterale di riconosciuto valore (a differenza del rublo);

16. ARTICOLO36 si dichiara favorevole all’imprescindibile mantenimento dell’uso di moneta contante;

17. ARTICOLO36 si dichiara contrario all’obbligo dell’uso esclusivo della moneta elettronica;

18. ARTICOLO36 si dichiara favorevole all’utilizzo dell’obiezione fiscale come strumento da usare solo in opposizione ad uno stato di polizia tributaria che rende di fatto impossibile un’esistenza libera e dignitosa;

19. ARTICOLO36 si dichiara favorevole all’abrogazione, anche retroattiva, del vitalizio e di qualunque altro privilegio riservato a chiunque abbia già ricoperto o possa ricoprire qualsivoglia carica politica e/o istituzionale;

20. ARTICOLO36 si dichiara contrario a qualsivoglia forma di immunità, per responsabilità civili e penali, a danno della collettività che possano compromettere il diritto alla vita e la tutela di un’esistenza libera e dignitosa;

21. ARTICOLO36 non riconosce alcuna onorabilità a qualsivoglia pubblico ufficiale che nell’esercizio delle proprie funzioni agisca a danno del singolo e dell’intera collettività negando palesemente la volontà di contribuire a “garantire un’esistenza libera e dignitosa”;

22. ARTICOLO36 si dichiara apertamente favorevole alla piena autodeterminazione dei popoli e delle nazioni, che etnicamente/culturalmente/storicamente li rappresentano, per la totale autonomia e indipendenza della propria sovranità politica e monetaria, negando il consenso alle intromissioni di organismi internazionali e/o potenze straniere che esprimono una volontà dominante e accentratrice, con chiare ingerenze di natura politica/economica/finanziaria/monetaria e mlitare;

23. ARTICOLO36 informa il proprio associato che l’uscita – per libera scelta o per mancato rinnovo della quota d’iscrizione entro i termini stabiliti – e/o esclusione dall’associazione – per la perdita dello stato di onorabilità dovuta ad atteggiamenti, comportamenti ed azioni fortemente e palesemente in contrasto con il suddetto Imperativo Etico – non prevede una seconda possibilità per rientrare in essa, con la definitiva cancellazione dall’elenco dei soci attivi;

24. ARTICOLO36 propone ai propri aderenti di partecipare alla formazione di un’etnia socialmente diversa, territorialmente appartenente al Pianeta Terra, i cui componenti/associati o sostenitori esterni possono distinguersi per la difesa, la tutela e la promozione dei più elevati valori morali basati sul massimo rispetto dei bisogni primari, prioritari, inalienabili ed inviolabili quali libertà e sussistenza dignitosa;

25. ARTICOLO36 propone ai propri aderenti di partecipare attivamente ad una fase di cambiamento culturale epocale, che prevede la negazione della soggettività giuridica a favore del riconoscimento dell’entità vivente pregiuridica/pre-statale nella ‘veste’ di essere umano e dei suoi inerenti e connaturati bisogni naturali primari, quali libertà e sussistenza dignitosa.





Grazie per il Sostegno a favore del cambiamento culturale in atto......le Risorse Umane di Articolo36


RITENIAMO OBBLIGO IMPRESCINDIBILE PRIMA DI ANDARE AVANTI
NEI CONTENUTI PRESENTI NEL SITO, AVER EFFETTUATO QUESTI PRIMI DUE PASSAGGI

RISORSE UMANE: info@articolo36.org
REFERENTI e contatti
Sede legale: Bellante (TE)
Banca etica, iban: IT35R0501802600000017211632